Domenica 26 gennaio 2020 seconda mattinata riservata all’incontro con gli studenti della scuola secondaria di 1° grado e relative famiglie per la partecipazione a questa nuova giornata di orientamento alla scelta della scuola superiore. E’ stata questa una ulteriore occasione riservata a tutti gli intervenuti per informarsi sui tipi di percorsi di studio che caratterizzano l’istruzione scolastica, considerata ormai una vera “scuola del fare” tra quelle del territorio casertano .
E che sia veramente tale lo dimostra anche il fatto che, a partire dal prossimo anno scolastico, la sua offerta formativa diventa ancora più articolata e completa grazie all’attivazione del nuovo indirizzo di studio , il Liceo del gusto campano che curerà la preparazione di nuove professionalità, in particolare quelle impegnate nel mondo della critica  enogastronomica, del giornalismo enogastronomico e dell’enogastronomia su web.
Docenti, studenti e collaboratori tutti si sono ancora una volta attivati per supportare i futuri utenti alla scoperta dell’ampia artcolazione di questa realtà scolastica attraverso la visita ai numerosi laboratori di settore e la presentazione delle diverse progettualità didattiche che si mettono in atto e di cui i ragazzi sono sempre i principali protagonisti.
Anche le attività di questa giornata sono state organizzate all’insegna del progetto “ Cucina in ….salute!”, impostato sullo studio di una cucina dietetica, oggi tra le più consigliate perché in grado di prevenire e curare molte patologie correlate all’alimentazione.
Sono state, infatti, presentate ai visitatori alcune proposte dietetiche, frutto del lavoro delle classi quarte di enogastronomia e sala che sul tema hanno sviluppato una serie di lavori.
Numerosi quanti hanno espresso entusiasmo ed apprezzamento per come la scuola si adoperi ad assicurare ai suoi studenti un ampio ventaglio di opportunità formative,
tutte fondamentali per realizzare una crescita completa, sia umana che professionale.
Anche in questa occasione il D.S., prof.ssa A. Tarantno, ha espresso o piena soddisfazione per l’organizzazione dei lavori a cui hanno destinato piena  collaborazione docenti, studenti e le diverse figure del personale ATA